[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/includes/bbcode.php on line 483: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/feed.php on line 173: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3823)
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/feed.php on line 174: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at [ROOT]/includes/functions.php:3823)
Forum Movimento Avellino Cinque Stelle Il forum del Movimento Cinque Stelle Avellino 2014-03-23T20:08:37+02:00 https://forum.avellino5stelle.com/feed.php?f=46 2014-03-23T20:08:37+02:00 2014-03-23T20:08:37+02:00 https://forum.avellino5stelle.com/viewtopic.php?t=70&p=200#p200 <![CDATA[Europa • Re: 4° 7 punti per l'Europa-[alleanza tra i paesi mediterran]]> In realtà, l'intesa con i Paesi del mediteraneo non serve solo per modificare le attuali politiche europee, ma soprattutto per determinare quelle a venire.
E' il punto che più condivido dei sette.

Statistiche: Inviato da Umberto Ferrajolo — marzo 23rd, 2014, 8:08 pm


]]>
2014-03-06T12:36:32+02:00 2014-03-06T12:36:32+02:00 https://forum.avellino5stelle.com/viewtopic.php?t=70&p=197#p197 <![CDATA[Europa • 4° 7 punti per l'Europa-[alleanza tra i paesi mediterranei.]]]>
A mio parere, per l'attuazione di questo punto, non si tratterebbe di stracciare e riscrivere , come qualcuno afferma, tutti i trattati fondativi della zona euro ma semplicemente di creare una forza alternativa, trovando i punti in comune con i peesi del mediterraneo e riconsegnando nuove regole. Un' allenza tra Italia, Portogallo, Grecia, Francia e Spagna mirata a ricostruire un tessuto sociale ed economico dignitoso.
E' da tener presente che all’interno dell’Unione Europea, Francia, Italia e Spagna occupano anche le prime posizioni in termini d’interscambio commerciale, di cui un’importante componente è rappresentata dalle importazioni di idrocarburi, gas e petrolio dall’Algeria e dalla Libia; proprio in virtù degli stretti legami economici ed energetici con i paesi della sponda sud, questa alleanza politica potrebbero giocare anche un ruolo di primo piano nel rilanciare le attuali fallimentari politiche di Bruxelles per la cooperazione euro-mediterranea.

Statistiche: Inviato da Piero — marzo 6th, 2014, 12:36 pm


]]>
2014-03-06T10:51:36+02:00 2014-03-06T10:51:36+02:00 https://forum.avellino5stelle.com/viewtopic.php?t=69&p=196#p196 <![CDATA[Europa • Elezioni Europee]]>
Questo il manifesto del movimento cinque stelle per le prossime elezioni europee

Immagine

i singoli punti possono essere oggetto di discussione al seguente indirizzo

nel file allegato (istrusioni per una partecipazione attiva e consapevole) per per chi voglia approfondire i temi in materia di Elezioni Europee una bella presentazione (con approfondimenti sul 1° punto di programma) redatto dalla nostra Daniele.

nel secondo file allegato (ESM schema sintetico) un sunto sul MES (o ESM): cos'è, come funziona, poteri e punti salienti dell'istituto che, insieme al Fiscal Compact, promette di cambiarci la vita realizzato dal nostro Luca.

a questo indirizzo è possibile scaricare materiale informativo per ogni singolo punto del manifesto elettorale realizzato dalla nostra Giuseppina.
Dettagli sul voto :

Sistema elettorale
Gli elettori italiani eleggono 73 deputati al Parlamento europeo. L'elezione avviene con sistema proporzionale ed è possibile esprimere il voto di preferenza per singoli candidati. Il territorio è diviso in cinque circoscrizioni elettorali: Nord-ovest, Nord-est, Centro, Sud, Isole; ciascuna circoscrizione elegge un numero di deputati proporzionale al numero di abitanti risultante dall'ultimo censimento della popolazione. L'assegnazione del numero dei seggi alle singole circoscrizioni è effettuata, con decreto del Presidente della Repubblica da emanarsi contemporaneamente al decreto di convocazione dei comizi elettorali.
Ai fini dell'elezione dei rappresentanti italiani nel Parlamento europeo il territorio nazionale è ripartito nelle seguenti circoscrizioni, previste dalla legge 24 gennaio 1979, n. 18 (tra parentesi sono indicate le regioni che le compongono):
Italia nord-occidentale (Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia);
Italia nord-orientale (Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna);
Italia centrale (Toscana, Umbria, Marche, Lazio);
Italia meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria);
Italia insulare (Sicilia, Sardegna).

Il complesso delle circoscrizioni elettorali forma il collegio unico nazionale.
La ripartizione dei seggi si effettua dividendo il numero degli abitanti della Repubblica per il numero dei rappresentanti spettante all'Italia nel Parlamento europeo (per la legislatura 2004 – 2009, 78, ma ne è prevista la riduzione a 73 per la legislatura 2009 – 2014) e distribuendo i seggi in proporzione alla popolazione di ogni circoscrizione, risultante dell'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti.
Secondo il decreto del 1º aprile 2009 (G.U. del 3 aprile 2009), l'assegnazione teorica (vedi sotto) dei seggi alle circoscrizioni è la seguente:

I. Italia nord-occidentale: 19
II. Italia nord-orientale: 13
III. Italia centrale: 14
IV. Italia meridionale: 18
V. Italia insulare: 8

Registrazione delle candidature
Per presentare una lista alle elezioni europee in Italia è necessario raccogliere le firme, per ogni singola circoscrizione, di almeno 30.000 e non più di 35.000 elettori, tranne nel caso in cui la lista abbia partecipato alla precedenti elezioni al Parlamento italiano o europeo con un proprio simbolo e ottenendo almeno un seggio.
Le liste vanno depositate presso l'Ufficio elettorale di ciascuna circoscrizione al più tardi 39 giorni prima del voto. Sono inammissibili le liste che non prevedono la presenza di candidati di entrambi i sessi.
La legge prevede una serie di cause di incompatibilità con la carica di membro del Parlamento europeo, elencate al Titolo II della Legge 24/01/1979, n. 18, agli artt. n. 5. n. 5-bis, n. 6.

Giorno delle elezioni
Le elezioni europee del 2014 si terranno in tutti i 28 stati membri dell'Unione europea tra il 22 e il 25 maggio, come deciso unanimemente dal Consiglio europeo[1]. Saranno le ottave elezioni per il Parlamento europeo che si tengono dal 1979 e le prime a cui partecipa la Croazia insieme agli altri stati membri.

Aventi diritto al voto / elegibilità
Possono votare tutti i cittadini che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e siano iscritti nelle liste elettorali. Sono altresì elettori i cittadini di altri Paesi membri dell'Ue iscritti nell'apposita lista elettorale del comune italiano di residenza.
I cittadini italiani residenti all'estero e regolarmente iscritti all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) possono esercitare il diritto di voto nel luogo di residenza.
Occorre avere compiuto i 25 anni di età per poter essere eletti al Parlamento europeo. Sono eleggibili in Italia anche i cittadini di altri Stati membri dell'Ue che risultino in possesso dei requisiti di eleggibilità al PE previsti dall'ordinamento italiano e da quello dello Stato membro di origine.

Campagna elettorale
La campagna e la propaganda elettorale sono disciplinate da una vasta normativa: legge 04/04/1956, n. 212; legge 24/04/1975, n. 130; legge 10/12/1993, n. 515; legge 22/02/2000, n. 28.
La campagna inizia ufficialmente 30 giorni prima del voto. L'accesso ai media è regolamentato e monitorato al fine di assicurare a tutti i soggetti politici un equo accesso all'informazione. L'affissione di stampati o manifesti è regolamentata e deve essere effettuata in spazi appositi destinati da ogni comune.
Negli ultimi 15 giorni prima delle elezioni e fino alla chiusura delle operazioni di voto è vietato pubblicare i risultati di sondaggi politici ed elettorali.
Nel giorno precedente e in quelli stabiliti per le elezioni sono vietati comizi, riunioni di propaganda in luoghi pubblici, affissione di stampati e di manifesti.
Con la legge 06/07/2012, n. 96 per la riforma della contribuzione pubblica alla politica, è stato drasticamente ridotto il rimborso delle spese elettorali e fissato un tetto di spesa anche per le elezioni europee. Inoltre, nel caso uno schieramento politico presenti un numero di candidati del medesimo sesso superiore ai 2/3 del totale, i contributi pubblici spettanti sono ridotti del 5%. (Samuele Zanin).


di seguito alcuni video dei tanti incontri di approfondimanto che si stanno tenendo sul territorio



Statistiche: Inviato da Piero — marzo 6th, 2014, 10:51 am


]]>
2014-01-16T11:47:02+02:00 2014-01-16T11:47:02+02:00 https://forum.avellino5stelle.com/viewtopic.php?t=68&p=193#p193 <![CDATA[Europa • 3° 7 punti per l'Europa - [Adozione degli Eurobond]]]>
Bond è la parola inglese che indica quelli che in Italia sono buoni del tesoro.
Gli Eurobond sono dei titoli di Stato europei con i quali i singoli Paesi europei potrebbero indebitarsi con un rischio sostanzialmente suddiviso tra tutti gli Stati coinvolti invece che farlo direttamente sul mercato, ottenendo anche un sicuro risparmio sul costo dell'indebitamento e sulla stabilità finanziaria;
l'idea alla base degli eurobond è che tali emissioni godrebbero di un un mercato molto più ampio e di tassi relativamente bassi.
Si è iniziato a parlare di tali emissioni già a partire dall'inizio degli anni '90.
Nel 2011 i due luminari e premi Nobel Christopher Sims e Thomas Sargent sono stati concordi con l'affermare che soltanto gli Eurobond possono salvare l'Unione europea. Per Sims "le prospettive dell'euro sono cupe se alla Bce non si affianca un'autorità per i bond e le politiche fiscali"
Sims e Sargent concordano in particolare su un concetto per l'Europa: "Non illudetevi di poter salvare la moneta unica cacciando i Paesi più deboli".
A ostacolare la creazione degli eurobond è la condizione squilibrata dei debiti sovrani dei Paesi dell'Unione, che rende questa mossa avventata agli occhi dell'elettorato delle nazioni più ricche, garanti delle principali obbligazioni. I più accaniti detrattori degli eurobond sono ovviamente i tedeschi che chissà se temono di più di pagare per i meno "attenti" o di perdere la guerra economica in atto che li costringerebbe a "decommissariare" paesi come l'Italia.

Statistiche: Inviato da Piero — gennaio 16th, 2014, 11:47 am


]]>
2014-01-07T13:58:15+02:00 2014-01-07T13:58:15+02:00 https://forum.avellino5stelle.com/viewtopic.php?t=67&p=190#p190 <![CDATA[Europa • 2° 7 punti per l'Europa - [abolizione del Fiscal Compact]]]>
Il Patto di bilancio europeo o Trattato sulla stabilità conosciuto come Fiscal compact è un accordo approvato con un trattato internazionale il 2 marzo 2012 da 25 dei 27 stati membri dell'Unione europea (ad eccezione del Regno Unito e della Repubblica Ceca) , entrato in vigore il 1º gennaio 2013.
L'accordo prevede per i paesi contraenti, secondo i parametri di Maastricht fissati dal Trattato CE, l'inserimento, in ciascun ordinamento statale (con norme di rango costituzionale, o comunque nella legislazione nazionale ordinaria)
12/07/2012 Approvata dal Senato della Repubblica 216 sì, 21 astenuti e 24 no
14/9/2012 19/07/2012 Approvata dalla Camera dei deputati 368 sì, 65 astenuti e 65 no
23/07/2012 Promulgata dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

I principali punti contenuti nei 16 articoli del trattato sono:
l’impegno ad avere un deficit pubblico strutturale che non deve superare lo 0,5% del PIL e, per i paesi il cui debito pubblico è inferiore al 60% del PIL, l’1%;
l’obbligo per i Paesi con un debito pubblico superiore al 60% del PIL, di rientrare entro tale soglia nel giro di 20 anni, ad un ritmo pari ad un ventesimo dell’eccedenza in ciascuna annualità;
l’obbligo per ogni stato di garantire correzioni automatiche con scadenze determinate quando non sia in grado di raggiungere altrimenti gli obiettivi di bilancio concordati;
l’impegno a inserire le nuove regole in norme di tipo costituzionale o comunque nella legislazione nazionale, che verrà verificato dalla Corte europea di giustizia;
l’obbligo di mantenere il deficit pubblico sempre al di sotto del 3% del PIL, come previsto dal Patto di stabilità e crescita; in caso contrario scatteranno sanzioni semi-automatiche;
l’impegno a tenere almeno due vertici all’anno dei 17 leader dei paesi che adottano l’euro

Buona evidenza dell'entità del fiscal compact è data dalla foto (tratta da un articolo Messora) dove gli spropositati costi della politica italiana quasi spariscono nel confronto.

Immagine

"In realtà, la regola dell’equilibrio di bilancio ignora completamente i suoi effetti sull’attività economica, effetti che possono portare a conseguenze assurde. Supponiamo per esempio un paese con un Pil pari a 100, un debito pari al 100% del Pil, un tasso di crescita del 4% e un deficit uguale al 4% del Pil. In queste condizioni il rapporto del debito rimane stabile al 100%. Ma se il paese viene obbligato, al fine di rispettare la regola della riduzione del suo rapporto di debito, a ridurre del 2% la spesa pubblica, l’attività si riduce a 98, le entrate fiscali si riducono di 1. Di conseguenza il deficit e così il debito si riducono di 1%. Il Pil sarà pari a 98 e il debito a 100; il rapporto del debito, invece di diminuire, è aumentato a 101%.
L’attuazione delle politiche di austerità, piuttosto che ridurre il rapporto debito/Pil, ne ha determinato l’aumento! Gli esempi attuali della Grecia e della Spagna mostrano bene ciò che noi stiamo provando a evidenziare. L’adozione di politiche di austerità non ha contribuito a ridurre il tasso di indebitamento pubblico, ma lo ha aumentato
. (B. Coriat, T. Coutrot, D. Lang e H. Sterdyniak) "

nel file in allegato l'intero patto di stabilità con una parte di analisi fatta nel libro "“Cosa salverà l'Europa. Critiche e proposte per un'economia diversa” a cura di B. Coriat, T. Coutrot, D. Lang e H. Sterdyniak,

Statistiche: Inviato da Piero — gennaio 7th, 2014, 1:58 pm


]]>
2014-01-07T12:57:54+02:00 2014-01-07T12:57:54+02:00 https://forum.avellino5stelle.com/viewtopic.php?t=66&p=189#p189 <![CDATA[Europa • Re: 7 punti per l' Europa - [Referendum permanenza nell' Eur]]> Per future riflessioni ed azioni ascoltate l' intervento del Professor Rinaldi, uno dei più accreditati Pro Europeisti e contemporaneamente anche uno dei maggiori anti Euro, il Professore suggerisce "di preparare un credibile e serio piano B per un’uscita ordinata e concordata dall’Euro, per evitare che l’inevitabile uscita avvenga in maniera disordinata infliggendo ulteriori danni alla nazione…” …
questo il link

Statistiche: Inviato da Piero — gennaio 7th, 2014, 12:57 pm


]]>